• scacchi012

    Riflessioni, appunti e spunti sul gioco degli scacchi, sul loro insegnamento a bambini e ragazzi, soprattutto nelle scuole.
    Il blog è aperto ai contributi dei ragazzi e dei loro genitori e agli interventi di altri istruttori e insegnanti.

    Per domande, interventi o collaborazioni ci potete contattare ai seguenti indirizzi di posta elettronica:


    Stefano Tescaro stefano.tescaro@gmail.com
    Alex Wild: sasschach@gmx.net
    Sebastiano Paulesu: sebpaul@tiscali.it

    Creative Commons License

    Questo blog è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

    scacchi012

  • Istruttori

    Sito degli istruttori di Federscacchi

    Il Forum degli istruttori del sito/blog Scacchierando

    Gli istruttori premiati dalla FSI per il 2010:

    FOTO: Gli istruttori dell'anno 2010: Roberta De Nisi, Olga Zimina, Eugenia Di Primio, Andrea Rebeggiani, Sebastiano Paulesu, Giuseppe Rinaldi

    Ne abbiamo scritto in un articolo su scacchi012.

    I premiati degli anni scorsi:
    - 2008
    - 2009
    .

  • Il nuovo libro di Alex!

    Per gentile concessione dell'editore (ediscere), pubblichiamo un estratto dell'ultimo libro di Alexander Wild per la serie Giocare a scacchi, I matti. Per scaricarlo, clicca qui.

    Wild, i matti

  • I racconti di Kob

    apici sinistraIl silenzio all'inizio del primo turno. Di un torneo così. Le prime mosse, quando tutto è ancora possibile. Quando ancora tutti i sogni hanno diritto di cittadinanza. Quei primi minuti. In cui non si alza nessuno. In cui davvero tutti, tutta una sala, centinaia di persone, condividono gli stessi sentimenti.apici destra

    Mauro Kob Cereda, Foto

    Link ai racconti di Kob.

Toccare un pezzo senza doverlo muovere

Scacchista cieco mentre sta analizzando la posizione con le mani
Scacchista cieco in azione

Le regole degli scacchi consentono di toccare un pezzo e di non muoverlo se la mossa non è legale. Ma il titolo di questa breve segnalazione non si riferisce a questa possibilità, bensì al tocco con cui gli scacchisti non vedenti percepiscono la posizione sulla scacchiera.

Una giovane ragazza trevisana non vedente dalla nascita, Elena, ha cominciato un blog in cui racconta di sé in relazione con gli scacchi. Il blog si chiama ciecomatto (da checkmate!). Elena ci ha promesso di scrivere qualcosa anche per scacchi 012. Come impara a giocare a scacchi una persona che è cieca dalla nascita? E soprattutto, come riesce a migliorare?

Se, come rivelano gli studi recenti, l’abilità scacchistica si fonda sul riconoscimento degli schemi (“pattern recognition”), per i non vedenti si può dire lo stesso? Elena, che sta imparando e che mette il suo tanto entusiamo nel compito, ci saprà dire. Intanto andatevi a leggere cosa scrive sul suo blog.

3 Risposte

  1. ehm… non è scaccocieco ma ciecomatto!
    C’è bella differenza!🙂
    Toccare un pezzo senza doverlo muovere…detto, fatto:
    in pratica uno scacchista orbo “tocca” un pezzo nel momento in cui lo toglie dal foro (i pezzi hanno dei piolini e le case della scacchiera dei fori dove infilare i vari pezzi)

  2. Scusa. Stanchezza dopo 600 km di strada.
    Ho corretto.

    Ciao
    Stefano

  3. eh eh…adesso c’ho pure il dominio! http://www.ciecomatto.net! Alex mi sta insegnando a usare la scacchiera alla cieca. vediamo…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...