• scacchi012

    Riflessioni, appunti e spunti sul gioco degli scacchi, sul loro insegnamento a bambini e ragazzi, soprattutto nelle scuole.
    Il blog è aperto ai contributi dei ragazzi e dei loro genitori e agli interventi di altri istruttori e insegnanti.

    Per domande, interventi o collaborazioni ci potete contattare ai seguenti indirizzi di posta elettronica:


    Stefano Tescaro stefano.tescaro@gmail.com
    Alex Wild: sasschach@gmx.net
    Sebastiano Paulesu: sebpaul@tiscali.it

    Creative Commons License

    Questo blog è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

    scacchi012

  • Istruttori

    Sito degli istruttori di Federscacchi

    Il Forum degli istruttori del sito/blog Scacchierando

    Gli istruttori premiati dalla FSI per il 2010:

    FOTO: Gli istruttori dell'anno 2010: Roberta De Nisi, Olga Zimina, Eugenia Di Primio, Andrea Rebeggiani, Sebastiano Paulesu, Giuseppe Rinaldi

    Ne abbiamo scritto in un articolo su scacchi012.

    I premiati degli anni scorsi:
    - 2008
    - 2009
    .

  • Il nuovo libro di Alex!

    Per gentile concessione dell'editore (ediscere), pubblichiamo un estratto dell'ultimo libro di Alexander Wild per la serie Giocare a scacchi, I matti. Per scaricarlo, clicca qui.

    Wild, i matti

  • I racconti di Kob

    apici sinistraIl silenzio all'inizio del primo turno. Di un torneo così. Le prime mosse, quando tutto è ancora possibile. Quando ancora tutti i sogni hanno diritto di cittadinanza. Quei primi minuti. In cui non si alza nessuno. In cui davvero tutti, tutta una sala, centinaia di persone, condividono gli stessi sentimenti.apici destra

    Mauro Kob Cereda, Foto

    Link ai racconti di Kob.

Geometrie sulla scacchiera

alex_wildzeitung3Premessa
Ultimamente sto dando lezioni di scacchi a un amico che insegna filosofia nelle elementari (!) con un figlio di 7 anni che ha appena iniziato ad imparare a giocare con i miei libri. Dopo una delle ultime lezioni discutiamo di simmetrie negli scacchi e di come far capire ai ragazzi questo concetto. Mi spiega che il figlio dopo alcuni suggerimenti sulla geometria applicata sulla scacchiera è riuscito a svolgere con una facilità molto maggiore gli esercizi sopra citati. La cosa mi incuriosisce e decido di sperimentarla anch’io con i miei allievi.

Quadrato
Lo faccio in una seconda elementare, alla sesta lezione del programma del primo anno. I bambini hanno due ore di pratica con il cavallo e devono eseguire gli esercizi da 18 a 23 del mio libro Giocare a scacchi, vol. 1.
Le prime tre batterie di esercizi chiedono di posizionare il cavallo sulla scacchiera in modo tale che attacchi contemporaneamente i due pedoni raffigurati sul diagramma, le seconde tre chiedono di indicare il percorso del cavallo dalla posizione in cui è raffigurato, nel diagramma, fino alla casa obiettivo, indicata da una stella.
Decido di seguire il consiglio dell’amico filosofo e provo a stimolare nei bambini il riconoscimento nella scacchiera delle figure geometriche che già conoscono.

Inizio con il mettere un pedone su una casa centrale e chiedo “Cosa è questo”, risposta: “un pedone”.., chiedo “ma dove sta il pedone?” risposta “in d5” … d’accordo con un dito giro intorno alla casa d5 e richiedo “e questo cosa potrebbe essere?” risposta “un quadrato”.
Bene abbiamo definito che un pedone sta su d5 e che la casa d5 è un quadrato.

1                                   2

Metto ora 4 Pedoni nel centro e chiedo “e adesso cosa abbiamo sulla scacchiera?” risposta “4 pedoni e/o 1 altro quadrato”. Bene mostro che questo quadrato è a sua volta composto da quadrati e mostro varie dimensioni del quadrato fino a raggiungere la scacchiera completa (Il materiale usato nella lezione lo potete scaricare anche dalla sezione “materiali”).

Rettangolo
Passo ora al rettangolo e proseguo come prima, mettendo i pedoni negli angoli dei rettangoli, suddivido la scacchiera in diversi rettangoli e quando raggiungo il rettangolo composto da 5×3 caselle (diagramma 13 dei materiali, raffigurato qui sotto a sinistra) metto un cavallo in mezzo e aspetto le reazioni.
Non devo aspettare molto che qualcuno mi fa notare che il cavallo attacca tutti i pedoni “il cavallo può mangiare tutti i pedoni” e persino che controlla la metà delle case possibili, “mezza ruota”.

geom13-14

Metto allora un altro rettangolo insieme (vedi diagramma 14, qui sopra a destra) e non faccio in tempo a finire che subito arrivano i commenti. Abbiamo trovato un altro modo per arrivare alla ruota del cavallo.
Prendo ora un rettangolo 5×1 e chiedo dove si potrebbe mettere il cavallo per…. non faccio in tempo a spiegare per cosa che già fioccano le risposte. Una partecipazione della classe più attiva del solito.

Triangolo (cavalli allo specchio)
Come spiego nel mio Manuale per gli insegnanti, uso i colori rosso e verde per indicare le case controllate dai pezzi (molto utile per quando spiego il re) creando un collegamento con il semaforo. Casa rossa equivale a pericolo, casa verde a via libera. Il concetto richiede un po’ di tempo per essere recepito a fondo dai ragazzi e approfitto cosi di queste posizioni per riprendere i colori rosso e verde in questa fase di grande attenzione.

Anziché colorare solo le case attaccate o difese, traccio un rettangolo che ha come vertici il cavallo e i due pedoni.
Metto ora due pedoni sulla stessa diagonale (diagramma 17, raffigurato qui sotto a sinistra) e un cavallo che attacca i due pedoni e traccio tre linee e unisco tutti i pezzi con esse e ottengo un triangolo rosso. Propongo ora l’esempio dello specchio e dell’immagine riflessa e poi giro il triangolo nella posizione opposta tracciando le linee in verde e mettendo un cavallo bianco (diagramma 18, qui sotto a destra). Porto ancora qualche esempio poi allargo i pedoni sulla stessa diagonale (distanti due case). I ragazzi non hanno molta difficoltà a trovare la base del triangolo definita dalle case controllate dal cavallo.

geom17-18

Cambio leggermente forma al triangolo per marcare la differenza (1. base con due pedoni e 2. base con i due cavalli) proseguo con qualche esempio ancora e poi porto gli esempi con i pedoni distanti almeno una colonna e traversa, uso il rettangolo 5×3 con soli due pedoni prima e tiro una linea in diagonale per congiungere i due pedoni e troviamo la casa dalla quale il cavallo li attacca tutti e due.
Metto poi ancora il rettangolo con 4 pedoni in attacco e difesa traccio due linee (diagramma 22, qui sotto) troviamo cosi anche qui due triangoli riflessi nel rettangolo.

geom22

Giusto per finire disegno un quadrato intorno al Cavallo e distinguo le case che il Cavallo può raggiungere (diagramma 24). Ancora un modo di trovare o visualizzare la ruota del Cavallo.

Alla fine propongo i diagrammi da risolvere… ci mettono 10 minuti e chiedo a quelli ancora più veloci di trovare tutte e due le possibili case dove il cavallo può transitare per arrivare alla casa bersaglio. La maggior parte dei bambini “veloci” lo aveva già fatto di propria iniziativa.
Mai questi esercizi furono risolti cosi velocemente da tutta una classe.
Sono particolarmente generoso con le lodi oggi e, visto che la lezione è stata molto lunga,  li faccio giocare come vogliono, con tutti i pezzi. È interessante vedere come muovono i pezzi senza conoscerli.
Ma dopo poco noto che una metà dei bambini torna a giocare le partite ridotte e non approfitta più della possibilità di giocare con tutti i pezzi. Hanno scoperto che litigare per le regole – visto che ognuno inventa le sue – non è piacevole come giocare. Questo inventare e discutere sulle regole è una buona lezione su come discutere e trovare dei compromessi – scuola di vita – e imparano che alcune regole servono.
Ma non troppe😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...