• scacchi012

    Riflessioni, appunti e spunti sul gioco degli scacchi, sul loro insegnamento a bambini e ragazzi, soprattutto nelle scuole.
    Il blog è aperto ai contributi dei ragazzi e dei loro genitori e agli interventi di altri istruttori e insegnanti.

    Per domande, interventi o collaborazioni ci potete contattare ai seguenti indirizzi di posta elettronica:


    Stefano Tescaro stefano.tescaro@gmail.com
    Alex Wild: sasschach@gmx.net
    Sebastiano Paulesu: sebpaul@tiscali.it

    Creative Commons License

    Questo blog è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

    scacchi012

  • Istruttori

    Sito degli istruttori di Federscacchi

    Il Forum degli istruttori del sito/blog Scacchierando

    Gli istruttori premiati dalla FSI per il 2010:

    FOTO: Gli istruttori dell'anno 2010: Roberta De Nisi, Olga Zimina, Eugenia Di Primio, Andrea Rebeggiani, Sebastiano Paulesu, Giuseppe Rinaldi

    Ne abbiamo scritto in un articolo su scacchi012.

    I premiati degli anni scorsi:
    - 2008
    - 2009
    .

  • Il nuovo libro di Alex!

    Per gentile concessione dell'editore (ediscere), pubblichiamo un estratto dell'ultimo libro di Alexander Wild per la serie Giocare a scacchi, I matti. Per scaricarlo, clicca qui.

    Wild, i matti

  • I racconti di Kob

    apici sinistraIl silenzio all'inizio del primo turno. Di un torneo così. Le prime mosse, quando tutto è ancora possibile. Quando ancora tutti i sogni hanno diritto di cittadinanza. Quei primi minuti. In cui non si alza nessuno. In cui davvero tutti, tutta una sala, centinaia di persone, condividono gli stessi sentimenti.apici destra

    Mauro Kob Cereda, Foto

    Link ai racconti di Kob.

Torino, convegno “Gli scacchi, un gioco per crescere”. Marcello Perrone, scacchi a scuola.

Link al sito del convegno «Gli scacchi, un gioco per crescere»Per quanto riguarda l’esperienza italiana degli scacchi a scuola, ha fatto il punto con un interessantissima relazione il responsabile del settore giovanile (e anche membro della Commissione Didattica e Scuola) Marcello Perrone, che ho il piacere di conoscere personalmente da una decina di anni.

Dopo un augurio tratto dal motto stesso della FIDE (Gens una sumus) di lavorare per costruire una collaborazione tra Paesi per definire un protocollo didattico universale, ha esordito ricordando l’ex Presidente della Federazione Scacchistica Italiana Nicola Palladino che fu tra i primi fondatori della sezione FIDE “Chess in school” che ha poi dato un fortissimo impulso in tutto il mondo al riconoscimento del grande valore educativo degli scacchi a Scuola.

I giovani di successo attirano nuovi appassionati?
Marcello ha poi riassunto l’opera dell’attuale dirigenza della FSI nella formazione e allenamento dei giovani talenti italiani, che mai come negli ultimi anni hanno raggiunto livelli così elevati, sintetizzando la grande opportunità per il movimento scacchistico con una citazione: “la qualità alimenta la quantità” accolta con pareri contrastanti dai presenti al convegno.

la qualità aumenta la quantità?

Ritenendo che possa essere uno spunto di dibattito riepilogo alcuni punti di vista.
È noto che la presenza di campioni nazionali è sempre un buon viatico per lo sviluppo delle nuove generazioni; si può corroborare questa opinione con molti esempi, ma io ne scelgo due su tutti: uno storico, quello di Fischer, che grazie al match del secolo ha popolarizzato gli scacchi in tutto l’occidente; uno attuale, di cui ha parlato la rappresentante della Federazione Egiziana Giham El Sahkar (ma che vale anche per quanto raccontato dalla rappresentante cinese Tian Hongwei, o dal vice-presidente della FIDE, il Turco Alì Nihat Yazici tra i più applauditi a Torino), illustrando come la  presenza di campioni portasse ad un’entusiastica partecipazione di nuovi appassionati a tutti i livelli: sportivo, scolastico e mediatico.

Marcello PerroneAnche Marcello Perrone ha elencato una serie di successi in tal senso, citando i più importanti scacchisti italiani e mostrando i grafici della crescita del movimento scacchistico italiano e dei partecipanti – sempre più numerosi – ai giochi scolastici e Under 16 individuali.

 Personalmente sono tra coloro che pensano che sia vero pure il contrario, e cioè che “la quantità alimenta la qualità” e che i campioni emergano quasi naturalmente aumentando la popolazione degli scacchisti con programmi di divulgazione nelle scuole.
In tal senso si è espressa anche la già citata Tian Hongwei parlando del potenziale cinese (ben 300  milioni di allievi a scuola) che grazie ad un programma meritocratico sul tipo premiale dei campus americani sta sfornando campioni di livello mondiale, pur scontando un relativamente recente passaggio agli scacchi occidentali da quelli tradizionali cinesi (con tutt’altre regole!).

Imparare con divertimento
Lo stesso Marcello Perrone sottolinea poi l’importanza di imparare divertendosi, facendo leva su tre perni fondamentali: la cultura, la didattica e la formazione. Parlando dunque del recente protocollo d’intesa tra la FSI ed il Ministero dell’Istruzione ha individuato come priorità la programmazione di linee guida di primo livello – rivolte soprattutto a quanti operano nelle scuole primarie – da far confluire in un protocollo di riferimento per gli istruttori, fatta salva naturalmente la loro libertà metodologica e didattica.

Perrone ha poi auspicato in conclusione che tutte le esperienze e le ricerche riguardanti l’introduzione  degli scacchi a Scuola siano raccolti in un “corpus documentale” (per utilizzare le sue stesse parole) a disposizione della FSI e di riflesso a tutti gli istruttori che ad essa si ispirino.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...